ioaffitto.it la tua casa la trovi qui!
Logo
Ti trovi in: Nuova ricerca > Blog > Carta da parati: una risorsa in più per riportare in vita mobili vecchi o usurati

Carta da parati: una risorsa in più per riportare in vita mobili vecchi o usurati

Alzi la mano chi non ha in casa dei mobili con tanti anni alle spalle! Tutti, almeno una volta, si sono trovati in questa situazione. Da diverso tempo a questa parte, l’attenzione alla sostenibilità in casa comprende anche il focus sulle strategie più utili per ridare vita a elementi d’arredo che, altrimenti, finirebbero per aumentare la mole di rifiuti presenti in natura.

Di idee per raggiungere quest’obiettivo se ne possono chiamare in causa tante: tra queste, rientra l’utilizzo della carta da parati.

 Esattamente come accade per il rivestimento delle pareti, che è il suo utilizzo principale, la carta da parati si presta particolarmente bene anche alla riqualificazione dei mobili vecchi o usurati.

Grazie alla vasta gamma di tessuti, colori e temi disponibili – e a questo proposito consigliamo di dare un'occhiata al portale cartadaparatiartistica.com per scoprire i design delle carte da parati – è possibile trasformare mobili datati in pezzi unici e stilisticamente accattivanti. L'applicazione della carta da parati su armadi, cassettiere e tavoli, infatti, non solo dona loro una nuova vita ma permette anche di adattarli perfettamente al resto dell'arredamento e personalizzarli a proprio piacimento.

L’addio agli stereotipi e i consigli pratici per mobili meravigliosi

In questi anni, si sta assistendo a quello che, a tutti gli effetti, può essere definito come un vero e proprio addio a stereotipi forti nel mondo dell’arredamento. Se, per lungo tempo, il pensiero dell’utilizzo della carta da parati è stato collegato a case che sanno di vecchio e a fantasie banali, oggi la situazione è molto diversa.

Come poco fa accennato, in commercio sono disponibili tantissime alternative sia per quanto riguarda la fantasia, sia per quel che concerne i tessuti.

Questa ampia gamma di scelte sta impattando anche sull’arredamento, regalando grandi soddisfazioni agli amanti della creatività e della sostenibilità.

Nel momento in cui ci si trova concretamente davanti un mobile, sono numerose - e sorprendenti - le opzioni che si possono prendere in considerazione.

Non è necessario, per esempio, rivestire le pareti esterne. Si può infatti procedere ricoprendo con la carta da parati quelle interne. In alternativa, dopo aver proceduto con la carteggiatura delle superfici esterne, si possono rivestire, scelta molto affascinante, anche i lati interni dei cassetti.

Quali carte da parati scegliere?

A questo punto, non resta che chiedersi quali carte da parati sia meglio scegliere.

Lato fantasia, un consiglio semplice prevede il fatto di focalizzarsi su soluzioni in armonia con il resto dell’arredamento. Nel già citato esempio della cassettiera, se il mobile è collocato in una stanza arredata con un mood Shabby Chic lo si può rivestire con una carta da parati color pastello con una decorazione floreale.

In questo periodo, vanno molto di moda anche le carte da parati 3D, che ci ricordano come, nel mondo dell’arredamento, la bellezza non sia legata solo all’appagamento degli occhi, coinvolgendo anche altri sensi, come per esempio il tatto.

Molto popolari sono anche le carte da parati autoadesive. In questo caso, si parla di soluzioni che vengono impiegate non solo per ricoprire mobili di dimensioni medie o piccole come la cassettiera, ma anche per creare suggestivi effetti decorativi su elementi d’arredo più grandi, libreria in primis.

Non c’è che dire: la carta da parati è davvero un’alleata versatile della bellezza della casa! Quando si decide di utilizzarla per rivestire i mobili, è opportuno prendersi il giusto tempo. In questo modo, sarà possibile evitare gli errori di misurazione.

Quest’ultimo aspetto è particolarmente importante. Trovarsi, a lavoro finito, con la necessità di eliminare le eccedenze vuol dire procedere con mano a dir poco precisa, onde prevenire possibili danni al mobile. Durante l’operazione vera e propria, è essenziale prestare molta attenzione all’adesione in corrispondenza di angoli e bordi.

Commenti
Nessuno

Aggiungi un tuo commento

Per inviare un commento è necessario essersi registrato al sito ed essersi autenticato.
Ecco perché nelle case vediamo sempre più divani in pelle
Lunedì 24 giugno 2024
Ecco perché nelle case vediamo sempre più divani in pelle
Come scegliere il parquet: guida completa
Martedì 18 giugno 2024
Come scegliere il parquet: guida completa
I documenti necessari prima di comprare casa
Venerdì 7 giugno 2024
I documenti necessari prima di comprare casa

Servizi per te